logo odcec ar3

Ordine dei Dottori Commercialisti

e degli Esperti Contabili di Arezzo

» AVVISO

Causa emergenza sanitaria da COVID-19 l'accesso presso la Sede dell'Ordine e della Fondazione è consentito solo su appuntamento che potrà essere fissato telefonicamente dal lunedì al venerdì dalle ore 9,00 alle ore 12,00 ed i pomeriggi di martedì e giovedì dalle ore 15,00 alle ore 17,00.

Al momento, presso i locali dell'Ordine e della Fondazione sono sospese tutte le attività formative nonché qualsiasi tipo di riunione.

Prot. n. 0912/Sede/2022 - Arezzo, 24 maggio 2022
 

 

 

A tutti gli Iscritti all'Albo ed all’Elenco Speciale dell’Ordine dei Dottori Commercialisti e degli
Esperti Contabili di Arezzo 
- LORO SEDI

 

Cari Colleghi,

al fine di porre in essere gli obblighi stabiliti in capo a questo Consiglio ai sensi dell’articolo 12 comma 1 lettera e) del Decreto Legislativo n. 139/2005, si chiede di compilare la dichiarazione sostitutiva di certificazione resa ai sensi dell’art. 46 del DPR 445/2000 al fine di verificare la permanenza dei requisiti d'iscrizione, entro e non oltre il 30 giugno 2022, attraverso lo “sportello digitale” nell’area riservata di ciascun iscritto e più precisamente nella sezione FPCU ma comunque rintracciabile al seguente link:

 

https://www.fpcu.it/AreaRiservata/Documents/ElencoDocumenti.aspx?idop=1&tv=1

 

Firmare digitalmente la dichiarazione o in alternativa caricare il documento di identità.

 

Il mancato adempimento da parte dell’Iscritto rappresenta violazione di norme deontologiche e, come tale, passibile di procedimento disciplinare.

 
Come si può notare, a differenza degli anni passati, l’autocertificazione non è riferibile alla sola incompatibilità professionale: a tale fine Vi invitiamo a prendere visione degli articoli 4, 34, 35, 36 del D. Lgs. 139/2005 e delle note interpretative in materia di incompatibilità emanate dal CNDCEC in data 1° marzo 2012 ma l’autocertificazione sviluppata dallo stesso Consiglio Nazionale è riferita anche al godimento dei diritti civili, all’indirizzo della residenza e del domicilio professionale, i procedimenti penali a cui l’iscritto è sottoposto, la conoscenza dell’indirizzo telematico, di essere iscritto o meno nel Registro dei Revisori Legali, nonché la stipula di idonea assicurazione.

Si sottolinea ancora una volta che una dichiarazione non conforme al vero di quanto dichiarato può dar luogo a responsabilità penale del dichiarante.

Il Consiglio resta comunque a disposizione per chiarire eventuali dubbi interpretativi della normativa vigente dietro espressa richiesta scritta da parte del Collega.

Nel ringraziarVi anticipatamente per la collaborazione, Vi porgiamo cordiali saluti.

 

Il Presidente

dott. Roberto Tiezzi